skip to Main Content

Coltivato da un appezzamento chiamato ‘Les Rocs’, coltivato per l’85% a merlot e il 15% a cabernet sauvignon, questo vino viene ottenuto, dopo una vinificazione spesso lunga e senza aggiunte, per affinamento in botti usate per 24 mesi, per dinamizzazione a seconda delle fasi della luna, senza aggiunte di anidride solforosa o altro. Viene poi imbottigliato senza filtraggi.

Con un colore porpora profondo, ha un naso che si sviluppa come una declinazione di aromi da un cesto di uve ben mature. Molto rica, la bocca esprime la complessità di una struttura profonda e setosa insieme. Il finale seduce e fa venire voglia di approfondirne la conoscenza.

Barthélemy è il complemento ideale per tutte le carni grigliate, la selvaggina, i funghi e tutti i piatti delicati, poiché non cannibalizza le loro sfumature di sapori.

È un vino emozionale.

Back To Top